Come Cambiare i Pensieri Negativi

come cambiare i pensieri negativi

In questo articolo voglio mostrarti un metodo efficace per cambiare i tuoi pensieri negativi alla radice e migliorare di conseguenza la qualità della tua vita. Potresti apprezzare quello che sto per dirti, oppure ritenerlo sciocco, ma in entrambi i casi, se continuerai a leggere, imparerai una tecnica  per cambiare la tua vita concentrandoti semplicemente su ciò che pensi giorno dopo giorno.

Prima di iniziare però diamo una definizione di cosa è un pensiero.

Che cosa è un pensiero?

Un pensiero, nella sua forma base, è un impulso elettrico che accende dei neuroni nel cervello per produrre in noi diversi tipi di sensazioni. Questi impulsi possono essere innescati da ciò che vediamo, sentiamo, gustiamo, tocchiamo o odoriamo. In altre parole attraverso i cinque sensi possiamo attivare una serie di ricordi e rivivere emozioni, situazioni o episodi passati.

Se ci fai caso, la maggior parte dei nostri pensieri sono di natura ripetitiva: “cosa preparerò stasera per cena? Cosa mi metto per uscire? Cosa pensano gli altri di me? Come posso stare più tempo con la mia famiglia?” e così via…

Dal momento che i nostri pensieri sono per lo più ripetitivi, è come se girassimo quotidianamente intorno a un cerchio. Ovviamente, nel cerchio ci sono sia i pensieri positivi sia i pensieri negativi.

Finché i pensieri sono positivi non ci sono problemi,  ma cosa succede se un pensiero negativo viene ripetuto per molto tempo?

Per ogni pensiero ripetitivo che facciamo, il nostro cervello lavora per creare dei collegamenti e rendere il nostro pensiero una verità, in sostanza, il cervello cerca delle prove o delle esperienze per consolidare quello che pensiamo.

Se credi di non essere bravo in matematica, nella tua mente probabilmente ripeterai spesso una frase tipo: “non sono bravo a matematica” o “non capisco nulla di matematica”.

Il cervello ora per sostenere il tuo pensiero ha bisogno di trovare delle prove, quindi attraverso il ricordo ti farà “vedere” tutte le volte che hai avuto difficoltà a svolgere la matematica. Più in particolare, ti ricorderai di quando tuo padre ti sgridava per il brutto voto preso a scuola, oppure si quella volta quando all’interrogazione hai fatto una figuraccia davanti alla tua classe perché non sapevi fare gli esercizi. Rivivrai in una frazione di secondo gran parte di quelle esperienze, rafforzando così il tuo pensiero originale.

In sostanza, quando ripetiamo più e più volte un pensiero negativo quello che creeremo sono delle credenze limitanti.

Ma come possiamo cambiare i nostri pensieri?

Come Cambiare i Tuoi Pensieri

cambiare pensieriSe è vero che i pensieri tendono a formare un cerchio per la loro ripetitività, è anche vero che possiamo rompere questo cerchio e cambiare il meccanismo che ne deriva.

Dato che il cervello ha bisogno di riscontri per rendere vero un pensiero, invertendo il pensiero negativo, il risultato che produrremo sarà esattamente opposto. Se per esempio sostituisci “Non sono bravo in matematica” con “Sono molto bravo in matematica”, il cervello seguendo lo stesso principio andrà a ricercare quelle esperienze in cui la matematica non era per te un problema. Ricorderai quindi di quella volta in cui il tuo amico preso dalla frustrazione  ti ha chiesto aiuto per fare i compiti, di quel compito in classe andato bene e di tuo padre che con una pacca sulla spalla ti diceva “bravo figlio mio!”.

Formulando dei pensieri positivi genereremo la motivazione necessaria per rafforzare la nuova credenza, che a sua volta, indebolirà  la credenza precedente. Tutto ciò ovviamente si ripercuote positivamente sulla nostra autostima e, più in generale, in qualsiasi settore della nostra vita.

A questo punto, è lecito pensare: “tutto quello che devo fare allora è fingere di essere capace a fare qualcosa e sarò in grado di farla”. Ovviamente non è così. Se ripensi a quello che ho detto prima, per cambiare un pensiero negativo bisogna fornire al cervello delle controprove per dimostrare che la nostra credenza è sbagliata, quindi quello che dovresti chiederti ora è: “ho delle prove per dimostrare il contrario?”.

Per esperienza ti dico che è improbabile non avere esperienze di contrasto di un pensiero negativo. Nella vita sperimentiamo tante di quelle situazioni che è veramente difficile riuscire a ottenere sempre lo stesso risultato e se ci riflettiamo un attimo, sicuramente troveremo altre circostanze in cui le cose sono andate diversamente.

I Tuoi Pensieri e La Realtà

Se hai una bassa autostima, molto probabilmente è perché i tuoi pensieri vanno a ripescare esperienze passate non proprio edificanti. Questo succede perché il tuo ego è ancora attaccato a tali pensieri.

Cerco di spiegarmi…

Se ti senti dispiaciuto quando dici “io non sono capace a fare…” o “non sono in grado di….” è perché il tuo ego rimane attaccato a determinate esperienze e si sente dispiaciuto per te stesso. Se riesci a staccarti dal pensiero limitante che ti sta condizionando, allora il tuo ego non saprà dove andare e non potrà fornire al cervello dei collegamenti validi a cui puntare. In sostanza, applicando questo “pensiero di distacco”, vai semplicemente a fissare una circostanza, ma non leghi ad essa una sensazione.

Quando il tuo ego è collegato a ogni pensiero (e per la maggior parte del tempo è così), la tua realtà diventa distorta, perché essa dipende da cosa pensi di giorno in giorno. Solo distaccandoti dai tuoi pensieri riuscirai a vedere il quadro generale delle cose e apportare cambiamenti importanti nella tua vita.

Naturalmente non è facile staccarsi dai propri pensieri senza un pò di pratica, e proprio per questo un ottimo inizio potrebbe essere quello di capire quali credenze ti stanno recando disagio. Se ad esempio, ti senti goffo quando sei in mezzo alle altre persone, incomincia a cercare le prove per dimostrare a te stesso che sei in grado di gestire i rapporti personali. Nel caso tu non riesca a trovare delle controprove, puoi sempre dire “al momento mi sento a disagio quando sono insieme alle altre persone” e poi decidere cosa fare per risolvere il problema. Nel frattempo, puoi lavorare su altri aspetti che ti piacerebbe cambiare, tornando su quella successivamente.

La cosa che devi assolutamente evitare è di bombardarti con ulteriori pensieri limitanti, perché questi andranno a rafforzare la credenza che vuoi rimuovere: o cerchi delle prove di contrasto per uscire dal problema o accetti per il momento questa sensazione  e ti stacchi da qualsiasi altro pensiero in merito.

Quando sei consapevole di quali sono i tuoi disagi e ti allontani dai pensieri negativi che ne derivano, hai la possibilità di focalizzarti sulle altre cose positive che ruotano intorno a te, e trovare nel frattempo di riscontri per demolire le convinzioni limitanti che ti stanno bloccando. Nonostante possa sembrarti difficile riuscirci, ricorda che le nozioni che hai appreso in questo articolo, in realtà non sono nulla di nuovo per te, perché a tua insaputa le hai sempre applicate, anche se lo lo hai fatto in modo sbagliato. Ora invece sai quale direzione devono prendere i tuoi pensieri… cosa aspetti a cambiarli?


NEWSLETTER

Iscriviti Gratis

Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo email nel modulo qui sotto e ricevi News settimanali, Risorse di approfondimento e Offerte imperdibili!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*