Eliminare Lo Stress Velocemente: Ecco il Piano d’Azione Più Rapido In Soli 3 Step!

come eliminare lo stress

Lo stress ti sta seppellendo?

Avrai certamente sentito innumerevoli volte la frase: “devo fare questo”; “devo fare quest’altro”, o anche “ho dimenticato questo…”

Ti suona familiare?

Se vivi una vita piena di “cose da fare”, è possibile, di tanto in tanto, che ti ritrovi immerso in profondi periodi di stress, la qual cosa ovviamente può influire negativamente sulla qualità della tua salute e compromettere seriamente la tua produttività.

Esistono innumerevoli strategie per gestire lo stress,  ma quando ci sentiamo completamente “saturi”, ciò di cui abbiamo bisogno non è una semplice strategia, quanto piuttosto un piano d’azione guidato, pratico, ma soprattutto rapido, in grado di eliminare velocemente la frustrazione e di ricaricarci. E per “piano d’azione pratico e rapido” qui intendo utilizzabile ovunque e in qualsiasi momento.

Da adesso in poi, quando ti sentirai “sotto attacco”, prova a seguire il seguente piano d’azione. Come vedrai, è semplicissimo e attuabile in soli 3 step. Ti assicuro che i risultati saranno immediati, e ti sentirai subito meglio.

Innanzitutto ti elenco le tre tecniche essenziali: respirare profondamente; visualizzare mentalmente; rilassarsi progressivamente.

Step 1: Respirare profondamente

Respirare profondamente è il modo più efficace per mantenere la calma. Tutti respiriamo, ma molti di noi lo fanno in modo sbagliato. Sai perché?

Perché respirano troppo velocemente, superficialmente, e muovendo la parte alta del petto!

Respirare in questo modo è restrittivo: aumenta i nostri sentimenti ansiosi e li alimenta verso reazioni negative, generando continuo stress al nostro organismo.

Al contrario, una respirazione lenta e profonda innesca una risposta di rilassamento superiore, calma il corpo e focalizza la mente. Ma non solo! Aumenta la quantità di ossigeno nel sangue, incrementando di conseguenza le nostre performance, d’accordo?

Vuoi sapere se stai respirando correttamente?

Per scoprirlo, prova a fare questo: metti una mano sul petto e l’altra sull’addome appena sotto la gabbia toracica. Ora respira. Quale mano si sta muovendo?

Se si tratta della mano sul petto, il tuo respiro è troppo superficiale. Stai generando ansia.

Il trucco è quello di far muovere, attraverso il respiro, la mano che poggia sull’addome. Il movimento è di tipo addominale. Capito?

Inspira profondamente mentre conti lentamente fino a cinque. Cerca di far espandere l’addome anziché il petto. Se ti riesce difficile, prova a sdraiarti supino. Con un po’ di pratica  e pazienza, sarai in grado di impostare un modello di respirazione profonda in maniera abbastanza automatica.

Una volta imparata la tecnica della respirazione profonda, puoi attuarla in qualsiasi momento, luogo o situazione,  che tu sia imbottigliato nel traffico, o al supermercato, e ti garantisco che può essere veramente comoda quando stai affrontando una giornata stressante a lavoro.

Step 2: Visualizzare mentalmente

Una volta che hai impostato la tecnica della respirazione profonda (ci vogliono appena 2 minuti) puoi passare al secondo step: visualizzare mentalmente.

Ci sono due modalità di visualizzazione.

Con la prima si rievoca l’immagine mentale di un luogo in cui sei stato e che hai percepito in modo particolarmente rilassante. Ovviamente può essere un luogo qualunque, l’importante è che ti trasmetta calma, relax, e sentimenti piacevoli, va bene?

La seconda tecnica di visualizzazione è quella di creare uno scenario inventato. In questo caso, invece di rievocare un luogo o una scena che hai vissuto, crei con la tua immaginazione uno scenario rilassante e suggestivo del tutto fantasioso.

Nel mio caso: io uso un immagine creata ad hoc dove mi vedo camminare su un prato verde in una fantastica giornata primaverile, sento l’odore dell’erba, ascolto il silenzio assoluto intorno a me… il sole scalda il mio viso, un’ aria fresca mi avvolge, e nel frattempo gusto una succosa mela rossa “gold”.  Per me è la scena del “Paradiso” e mi fa sentire benissimo!

Ad ogni modo, quello che devi fare quando usi una delle due tecniche di visualizzazione  è concentrare la tua mente su una sequenza di immagini rilassanti e allontanare lo stress dai tuoi pensieri.

Dopo aver “selezionato” la scena che proietterai nella tua mente, dovrai spendere circa 10 minuti a cercare di rendere questa immagine più completa e realistica possibile. Per fare ciò devi far entrare in gioco tutti i sensi.

Se ci fai caso infatti, nella scena che ti ho descritto, non mi limito sola a “vedere” il prato, il sole, l’erba, e così via, ma inserisco attorno ad essa altri elementi come suoni, temperatura, colori, sapori e sensazioni.

In poche parole, invento altri percezioni che aiutano la mia mente a rendere il più reale possibile quella scena. In qualche modo la integro, chiaro?

E ancora: durante la visualizzazione, ti consiglio di porti queste semplici domande: cosa vedo nell’immagine? Che odore c’è? Ci sono dei rumori? Come mi sento? Sto mangiando qualcosa? Che sapore ha?

Attraverso queste interrogazioni a te stesso, puoi facilmente definire il tutto e rendere più completa possibile la tua proiezione mentale, d’accordo?

Ora, se stai applicando il processo nel modo più corretto, lo noti subito, perché inizierai a sentirti veramente, ma veramente bene!

Passati quindi i 10 minuti dedicati a questa operazione, potrai ritornare gradualmente al mondo reale e abbandonare il “sogno”.

Step 3: Rilassarsi progressivamente

Ed ecco il terzo e ultimo Step che ti presento: rilassarsi progressivamente.

Questo metodo può essere messo in pratica per attivare il procedimento nel modo inverso. Mi spiego: si può creare prima uno stato di relax progressivo, poi attuare la visualizzazione e infine plasmare la visualizzazione stessa con la respirazione profonda. Chiaro ?

La respirazione (step 1) e la visualizzazione (step 2) ti servono per influenzare la mente a convogliare il corpo verso uno stato di rilassamento, d’accordo?

Bene.

Attraverso il rilassamento muscolare progressivo invece è possibile attivare il flusso nel senso opposto, dunque sarà il tuo corpo in primis a segnalare alla tua mente che si trova in uno stato ideale di relax per attivare la visualizzazione e infine – o contemporaneamente – la respirazione.

Vediamo come funziona.

Con il rilassamento progressivo si va a “operare”  su tutti i  muscoli del corpo, attuandolo però su un singolo gruppo per volta fino a raggiungere il totale rilassamento muscolare.

Prova a fare così: contrai e rilascia un gruppo muscolare dopo l’altro. Parti dai piedi e arriva fino alla testa.

Diventa consapevole di ogni muscolo, tendilo, tienilo contratto per cinque secondi, poi lentamente rilassalo. Quando i muscoli del tuo corpo si distendono, anche la tua mente diventerà più calma.

Più volte contrai e rilasci ogni gruppo di muscoli, più essi saranno rilassati.

L’obiettivo è quello di raggiungere il rilassamento dell’intero corpo attraverso una serie continua di tensioni muscolari e, una volta arrivati a questo stato, sarà possibile iniziare la sessione di visualizzazione con annessa la respirazione. Facile, no?

Da adesso in poi, smettila di darti “sbattere la testa al muro” per capire cosa devi o non devi fare! Attraverso questo piano d’azione, puoi facilmente eliminare lo stress dalla tua vita, velocemente e in modo istantaneo.


NEWSLETTER

Iscriviti Gratis

Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo email nel modulo qui sotto e ricevi News settimanali, Risorse di approfondimento e Offerte imperdibili!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*