Disturbi del Comportamento in adolescenza: Capire i comportamenti normali

Disturbi del Comportamento in adolescenza

La maggior parte delle informazioni che si trovano  sugli adolescenti e sull’età adolescenziale pone grande enfasi sul cambiamento fisico, sociale ed emotivo che segna la fase evolutiva della vita di un bambino. Molto meno, però, si parla dei problemi e delle preoccupazioni dei genitori, e dei loro dubbi riguardo la normalità o meno di alcuni atteggiamenti da parte dei figli. E allora, come capire se il comportamento di tuo figlio rientra nel classico schema adolescenziale oppure è indice di un disturbo comportamentale più profondo?

1. Osserva i ragazzi adolescenti della sua età 

Prima di stabilire il tipo di comportamento di tuo figlio, guarda come si comportano gli altri ragazzi della sua età. Confronta i loro atteggiamenti, il loro modo di parlare, di interagire, l’abbigliamento. Parla con i loro genitori e vedi quali atteggiamenti negativi hanno notato nei loro figli, cosa stanno facendo per risolverli e che tipo di risultati stanno ottenendo. Spesso alcuni atteggiamenti atipici degli adolescenti possono presentarsi a causa di un eccessivo coinvolgimento da parte dei coetanei, più che da un vero e proprio disturbo comportamentale.

Se hai dei dubbi su questo, parla con gli insegnanti di tuoi figlio e senti cosa ti dicono al riguardo. Queste persone sono così abituate a trattare con i ragazzi adolescenti che sono in grado di riconoscere praticamente qualsiasi tratto normale di personalità.

2. Quanto spesso si verifica il problema?

Tutti i ragazzi durante l’adolescenza attraversano periodi in cui sono polemici, lunatici, chiusi e enigmatici. Tuttavia, per determinare se un certo tipo di comportamento può essere un disturbo o meno è importante notare la frequenza, la persistenza e l’intensità del comportamento stesso.

Spesso i ragazzi adolescenti, proprio come succede a ognuno di noi, possono provare avversione verso sentimenti quali tristezza e depressione, e non di rado diventano apatici di fonte ad essi.  Se questi comportamenti sono poco frequenti e non interferiscono con le normali attività quotidiane, allora probabilmente si tratterà di un problema transitorio, differentemente potrebbe essere indice che qualcosa non va.

3. Il suo comportamento interferisce sugli altri?

La maggior parte dei fratelli litiga tra loro di tanto in tanto. Ma se i comportamenti di tuo figlio provocano reazioni negative o di paura nell’altro, andrebbero fermate e modificate immediatamente. Un adolescente che ha la tendenza a manifestare i propri sentimenti con rabbia, prendendo “con forza” il controllo sulle attività e i comportamenti degli altri membri della famiglia potrebbe compromettere seriamente l’equilibrio interno della famiglia. Per questo, dovresti chiederti: “come si comporta mio figlio con gli altri ragazzi quando è fuori casa?”, “Quante relazioni sociali ha?”, “Che tipo di rapporto ha con queste persone?”

Lì dove i suoi contatti con gli altri risultino scarsi o difficili da mantenere, è possibile che parte di questo suo comportamento influisca negativamente anche sulle sue relazioni sociali esterne. Se così fosse, la probabilità che si tratti di un disturbo comportamentale sarebbe abbastanza fondata.

In conclusione, se credi che tuo figlio adolescente soffra di disturbi di comportamento non esitare a cercare una soluzione efficace per risolvere il problema. In età adolescenziale, ogni disturbo è più facile da trattare e controllare, l’importante è non aspettare.


NEWSLETTER

Iscriviti Gratis

Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo email nel modulo qui sotto e ricevi News settimanali, Risorse di approfondimento e Offerte imperdibili!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*