Rimedi erboristici per la cura dell’acufene

rimedi erboristici acufene

Se soffri di acufene saprai già molto bene quanto i suoi sintomi possano essere fastidiosi e frustranti, almeno quanto lo sia sapere che non esistono al momento cure mediche per questo fastidioso e costante fischio nelle orecchie.

Ma non disperare…Non tutto è perduto!

Esistono dei rimedi naturali per l’acufene che vengono usati e studiati da centinaia di anni e si sono rivelati efficaci per migliorare la salute delle persone e curare un sacco di malattie. Spesso le erbe sono la medicina alternativa a cui ci rivolgiamo quando abbiamo perso ogni speranza di venire aiutati dalla medicina tradizionale, quindi perchè non provare questi rimedi naturali per curare l’acufene?

Prima di vedere insieme quali erbe siano le migliori e più adatte per combattere l’acufene, leggi bene quanto sto per scrivere, è bene che tu tenga a mente alcune cose prima di iniziare a curarti con le erbe.

Per prima cosa, come dicevo prima, una cura per l’acufene non è ancora stata scoperta, ma questi rimedi erboristici potranno aiutarti a combattere i sintomi dell’acufene e quindi a diminuire lo stress che questo disturbo può portare nella tua vita.

Per seconda cosa ricorda che stiamo parlando di erbe naturali, quindi la loro efficacia varia da persona a persona, per questo in questo articolo ti consiglierò più di un rimedio efficace, almeno potrai trovare quello più adatto alla tua situazione.

L’ultima cosa che devi tenere a mente è che le erbe sono comunque una sorta di medicinale a lungo termine, quindi i suoi risultati non saranno immediati e dovrai dargli un po’ di tempo per vedere se funzionano su di te o meno. Inoltre, esattamente come un farmaco, non devi eccedere nelle dosi o potresti ricevere una brutta intossicazione, piuttosto che una buona guarigione. Informa sempre il tuo medico di ciò che stai facendo, nel caso si tratti di erbe che potrebbero farti più male che bene (magari perchè vanno in contrasto con altri medicinali o aumentano i sintomi di un altro problema) saprà consigliarti al meglio.

Ok ok, fine delle informazioni, adesso passiamo alla parte più importante: quali sono veramente questi rimedi erboristici per l’acufene? Eccoli!

5 Rimedi erboristici per curare l’acufene

  • Gingko Biloba

Si tratta di una pianta originaria della Cina ed è una pianta antichissima, pensa che esisteva anche prima dei dinosauri!

Essendo conosciuto fin dall’antichità, gli studiosi hanno da sempre avuto modo di studiarne gli effetti benefici sulla salute, soprattutto sull‘influenza positiva che ha sulla circolazione del sangue presso le estremità del corpo, come mani, piedi e cervello. Grazie alle sue proprietà che favoriscono la circolazione sanguigna, è una pianta molto importante per la memoria, la concentrazione, il torpore e, signori e signore, anche l’acufene!

Se decidi di ricorrere a questa pianta, però, devi sapere che agisce molto più lentamente delle altre, e quindi prima di metterla da parte, dovrai aspettare almeno 12 settimane per notare dei miglioramenti significativi, inoltre dovrai assicurarti che gli integratori che usi abbiano almeno il 24% di Gingko Biloba e un basso livello di acido ginkolide.

  • Actaea Racemosa o Black Cohosh

Si tratta di una pianta alta e perenne con delle radici grosse e contorte, in inglese viene anche chiamata”serpente a sonagli” per via della sua forma. Si tratta di una pianta nativa degli Stati Uniti d’America e le radici sono quelle che vengono usate a scopo medico.

Il suo scopo principale è quello di combattere le vampate di calore e le sudate notturne tipiche delle donne che stanno entrando in menopausa. Però quando questa pianta viene assunta insieme al Gingko Biloba, aiuta ad allargare i vasi sanguigni e quindi permette un flusso migliore di sangue, soprattutto nella zona delle orecchie. Un altro dato fondamentale dell’assunzione di questa pianta è che è leggermente sedativa, quindi può aiutarti a curare gli stati d’ansia causati dall’acufene.

Per dovere di cronaca, ti devo anche avvisare che l’uso del Black Cohosh è sconsigliato alle donne incinte ed è attualmente in corso un dibattito sul fatto che possa danneggiare o meno il fegato.

Se decidi comunque di usarlo, anche questa pianta richiederà qualche settimana prima di poter dare dei risultati accettabili.

  • Idraste o Goldenseal

Si tratta di una delle piante medicinali più diffuse e facile da trovare negli Stati Uniti. I suoi usi in campo medico spaziano un po’ ovunque grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, antibiotiche e astringenti e spesso il suo utilizzo viene consigliato insieme all’Echinacea, un’altra pianta capace di stimolare il sistema immunitario.

Sono le proprietà anticatarrali dell’Idraste che rendono questa pianta un ottimo rimedio per l’acufene poiché grazie ad esse viene migliorato il flusso di muco nell’orecchio mediano; se il muco diventasse troppo spesso potrebbe causare un accumulo di pressione nell’orecchio e, quindi, un’infezione che potrebbe peggiorare l’acufene.

L’idraste agisce quindi sulle mucose irritate e scioglie questi accumuli di muco riducendolo e favorendo la sua espulsione per diminuire la pressione sull’orecchio.

Per queste caratteristiche è ottimo anche nel caso dovessi avere dei dolori al petto durante la respirazione, e per curare il raffreddore; se lo assumi insieme ad Black Cohosh, inoltre, i risultati saranno ancora migliori.

Come per l’altra pianta, comunque, il suo uso è sconsigliato alle donne incinte.

  • Lipoflavonoidi

Si tratta di un medicinale da banco creato aggiungendo una serie di vitamine a dei bioflavonoidi, composti naturali derivati da alcune piante che migliorano la circolazione nell’orecchio interno stimolando la guarigione da alcuni dei sintomi più fastidiosi dell’acufene.

  • Lycopodium Clavatum

Conosciuto anche come “Pino di terra”, si usa come medicinale la polvere di colore giallo ricavata dalle spore essiccate del muschio che ci cresce sopra.

Si tratta di un rimedio omeopatico che viene consigliato soprattutto per coloro che subiscono anche una leggera perdita di udito insieme ai sintomi dell’acufene. L’omeopatia si basa sul sistema di introdurre nel corpo una piccola dose di ciò che causa il problema per fare in modo che il corpo lo combatta da solo senza aiuti esterni. La FDA, l’associazione che si occupa di controllare la medicina omeopatica, non ha comunque ancora riconosciuto la polvere di Lycopodium come un rimedio sicuro ed efficace contro l’acufene. Se decidi di farne uso, parlane con il tuo medico per sapere con quali medicinali potrebbe andare in contrasto o se si tratta di una cura adatta alla tua situazione.

Questa pianta è comunque consigliata come rimedio per l’acufene, soprattutto se si hanno un fischio assordante nelle orecchie, cali nell’udito, costanti infiammazioni alle orecchie oppure ipersensibilità a particolari suoni.

Con questo abbiamo concluso, spero che uno di questi rimedi per l’acufene sia quello che fa per te e che tu possa riuscire ad alleviare i fastidi causati da questo disturbo.

Articolo Tratto Dall’Ebook:

miracolo per acufeni

Miracolo per Acufeni

Il sistema olistico naturale per la cura dell’acufene!

Stai curando gli acufeni o li stai PEGGIORANDO? ATTENZIONE: Gli acufeni possono essere molto pericolosi se non trattati!

APPROFONDISCI >>>


NEWSLETTER

Iscriviti GRATIS!

Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo email nel modulo qui sotto e ricevi News settimanali, Risorse di approfondimento e Offerte imperdibili!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

error: Content is protected !!