Anemia da carenza di ferro, Talassemia e Anemia aplastica

[ad#articolo-alto] anemia

I tipi più comuni di anemia sono 3:

  • Anemia da carenza di ferro o sideropenica
  • Talassemia che include l’anemia mediterranea o l’alfa talassemia
  • Anemia aplastica

In questo articolo abbiamo deciso di offrire una panoramica generale su questi disturbi che, come vedremo, ad eccezione della rara anemia aplastica, coinvolgono una buona fetta della popolazione italiana.

Anemia da carenza di ferro

Panoramica

La forma più comune di anemia è l’anemia da carenza di ferro che di solito è conseguenza di una perdita cronica di sangue. Essa può essere causata, ad esempio, dal ciclo mestruale o da una maggiore richiesta di ferro del corpo: è il caso della gravidanza, quando la crescita del feto e il suo bisogno di ferro possono provocare un deficit nella madre.

Questa condizione viene trattata con integratori a base di ferro o agendo sulla causa della carenza laddove essa ha una natura patologica.

Cause

La carenza di ferro si verifica quando la percentuale di ferro perso o utilizzato è maggiore di quello assorbito. Le ragioni, oltre a quelle già citate che possiamo considerare fisiologiche, possono anche essere altre, dovute ad uno scarso assorbimento del ferro, in casi di:

  • rimozione parziale o totale dello stomaco;
  • mancanza di acido nello stomaco;
  • diarrea cronica
  • malassorbimento congenito.

segni e sintomi

I sintomi più comuni di anemia cronica comprendono stanchezza, debolezza, mancanza di respiro e talvolta un battito cardiaco accelerato. La lingua può apparire liscia, lucida o infiammata. Possono verificarsi anche stomatiti angolari. In alcuni casi, il paziente soffre di pica, il desiderio di ingerire sostanze non commestibili come terra, ghiaccio o argilla.

I sintomi della carenza di ferro sono il sanguinamento mestruale irregolare, o il dolore addominale a causa di un’ulcera peptica.

Trattamento

Il trattamento per anemia sideropenica dipende dalla causa e dalla gravità della condizione. I trattamenti possono includere cambiamenti nella dieta, l’uso di integratori, farmaci o la chirurgia. Grave anemia sideropenica può richiedere il ricovero in ospedale, trasfusioni di sangue o una terapia di ferro per via endovenosa.

Soggetti a Rischio

Neonati e bambini piccoli, donne e adulti con emorragie interne sono a rischio maggiore di altri.

Anemia aplastica

Panoramica

L’Anemia aplastica è una malattia del sangue a causa della quale il midollo osseo non è più in grado di produrre nuovi globuli rossi. Ciò può portare a una serie di problemi di salute. L’Anemia aplastica è una malattia rara ma grave che tende a peggiorare con il tempo, a meno che la causa non venga individuata e curata tempestivamente.

Cause

Nella maggior parte dei malati la causa è sconosciuta. Un certo numero di malattie acquisite o di condizioni, risultano correlate all’ anemia aplastica. Fra queste:

  • Inalazione di tossine
  • Radiazioni e chemioterapia
  • Farmaci come il cloramfenicolo
  • Le malattie infettive come l’epatite
  • Malattie autoimmuni come il lupus e l’artrite reumatoide

segni e sintomi

I sintomi più comuni dell’ anemia aplastica sono:

  • Stanchezza
  • Dispnea
  • Vertigini
  • Mal di testa
  • Freddezza alle mani o ai piedi
  • Pelle pallida
  • Dolore al petto

Trattamento

Il principale trattamento consiste nelle trasfusioni di sangue. Questi trattamenti possono prevenire o limitare le complicanze, alleviare i sintomi e migliorare la qualità della vita. In alcuni casi, una cura definitiva può essere possibile grazie all’uso delle cellule staminali. Se la causa dell’anemia aplastica è l’introduzione nell’organismo di una tossina, la sua rimozione può ristabilire le condizioni del paziente.

Soggetti a Rischio

Persone di tutte le età possono ammalarsi di anemia aplastica. Tuttavia, essa è più comune negli adolescenti, nei giovani adulti o negli anziani. Uomini e donne hanno la stessa probabilità di contrarla.
Il rischio per una persona di sviluppare anemia aplastica cresce in presenza di questi fattori:

  • Si è stati esposti a sostanze tossiche
  • Ricevuto un trattamento di radioterapia o chemioterapia
  • Alcune malattie infettive, malattie autoimmuni, o condizioni ereditarie

Talassemia

Panoramica

Le Talassemie sono malattie ereditarie del sangue che provocano nel corpo una ridotta produzione di globuli rossi sani ed emoglobina (una proteina fondamentale presente nei globuli rossi).
I due principali tipi di talassemia sono l’alfa talassemia e l’anemia mediterranea. La forma più grave di talassemia è conosciuta come alfa talassemia major o Idrope fetale, mentre la forma grave di beta talassemia è nota come talassemia major o Morbo di Cooley.

Le Talassemie colpiscono entrambi i sessi ma si verificano più spesso nelle persone di etnia italiana, greca, mediorientale, asiatica o africana. Le forme gravi sono di solito diagnosticate durante la prima infanzia.

Cause

L’emoglobina nei globuli rossi ha due tipi di catene proteiche: alfa e beta globina. Se il nostro corpo non produce una di queste catene, i globuli rossi non sono sani e non possono trasportare correttamente l’ ossigeno agli organi.

Le Talassemie sono malattie ereditarie , si tramandano cioè dai genitori ai figli attraverso i geni. Le persone che ereditano un gene difettoso da uno dei genitori, ma uno sano dall’altro, si definiscono portatori e non manifestano i sintomi della malattia. Tuttavia, possono trasmettere i geni anomali ai loro figli.

segni e sintomi

I sintomi delle talassemie sono causati dalla mancanza di ossigeno nel flusso sanguigno e verso gli organi. Ciò si verifica perché il corpo non produce abbastanza globuli rossi sani ed emoglobina in grado di trasportare l’ossigeno. La gravità dei sintomi dipende dalla gravità della talassemia:

I soggetti con talassemie lieve normalmente non hanno sintomi a parte qualche accenno di stanchezza. Le persone con beta talassemia intermedia vanno incontro ad una moderata anemia e possono manifestare disturbi di natura ortopedica o ingrossamento della milza. Le persone con Talassemia grave necessitano periodicamente di trasfusioni per sopravvivere. I sintomi si manifestano entro i primi due anni di vita e includono grave anemia e sono facilmente riconoscibili:

  • Aspetto pallido
  • Scarso appetito
  • Urine scure
  • Crescita rallentata
  • Itterizia
  • Ingrossamento della milza, fegato e cuore
  • Problemi ossei

Trattamento

Il Trattamento per la talassemia dipende dal tipo e dalla gravità del disturbo. I portatori sani non necessitano di alcun trattamento. I trattamenti standard per la cura delle forme moderate e gravi di talassemia includono le trasfusioni di sangue, la terapia ferrochelante, e l’integrazione di acido folico.

Soggetti a Rischio

Unicamente quelli con genitori portatori dei geni difettosi della talassemia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

error: Content is protected !!