Intolleranze Alimentari: Cosa Sono e Come si Manifestano?

Intolleranza alimentare

Le intolleranze alimentari riconosciute ufficialmente sono quelle al glutine (celiachia), al lattosio (lo zucchero che si ritrova nel latte), al fruttosio o al  sorbitolo (sono gli zuccheri della frutta).

In realtà, si può essere intolleranti a qualsiasi tipo di alimento, quindi è logica una domanda: come bisogna comportarsi se si è intolleranti a uno o più cibi?

Alcuni medici sostengono che questi alimenti debbano essere eliminati dalla dieta, mentre secondo  altri così facendo ci si ritroverebbe a sviluppare un’allergia all’alimento e non più un’ intolleranza.

Che cosa sono le intolleranze alimentari?

Le intolleranze alimentari rientrano nelle “reazioni avverse agli alimenti”.

Sia le allergie immediate sia le intolleranze alimentari, dette anche allergie ritardate, comportano la produzione di anticorpi rivolti contro le proteine degli alimenti.

Questa reazione è finalizzata all’eliminazione di quelle proteine che l’organismo riconosce come estranee e pertanto “nemiche”.

L’intolleranza agisce per accumulo e può essere paragonata a una sorta di “intossicazione” associata alla produzione di anticorpi (IgG), che concorrono all’instaurarsi di una situazione infiammatoria che può manifestarsi a carico di vari organi ed apparati.

Come si manifestano le intolleranze alimentari?

La sintomatologia ritardata, caratteristica delle intolleranze, rende più difficile individuare il cibo responsabile, sia da parte della persona che del medico curante.

I sintomi possono comprendere:

  • riniti
  • sinusiti
  • tosse, asma
  • coliti, gonfiori addominali, stipsi, diarrea, dolori addominali, gastrite
  • prurito anale
  • aritmie, palpitazioni
  • crampi muscolari
  • dolori ossei e/o articolari
  • eczema, acne, psoriasi

Le cause

Per quanto riguarda le intolleranze ufficialmente riconosciute, la causa è data dall’assenza di enzimi delegati alla digestione dell’alimento   o della sostanza in questione. Per la celiachia, invece, le cause sono sconosciute.

Le altre intolleranze possono derivare sia dal fatto che il cibo mal tollerato viene ingerito ogni giorno e/o più volte al giorno nella dieta, sia dall’eccesso di tossine nell’organismo, dallo stress ecc..


NEWSLETTER

Iscriviti Gratis

Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo email nel modulo qui sotto e ricevi News settimanali, Risorse di approfondimento e Offerte imperdibili!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*