Digestione difficile: Il gonfiore dopo i pasti

Gonfiore e digestione

È capitato a tutti di sentirsi gonfi dopo avere mangiato e di aver una digestione difficile, anche in seguito ad un pasto senza cibi pesanti o particolarmente conditi.

Potrebbe trattarsi di un disturbo chiamato dispepsia caratterizzato da dolore o fastidio persistente nella parte superiore dell’addome e dalla sensazione di digestione lenta e laboriosa.

Anche la gastrite però può dare sensazione di gonfiore, eruttazioni e digestione difficile, così come i disturbi epatici leggeri che possono passare inosservati poiché producono sintomi vaghi come difficoltà di digestione stanchezza.

Oltre a mangiare in modo corretto, bisogna anche farlo 5 volte al giorno, inserendo uno spuntino a metà mattinata e una metà pomeriggio.

Questo per non caricare il sistema digestivo con soli 2 o 3 pasti troppo abbondanti e per mantenere attivo il metabolismo.

Alcuni consigli

  • Mangiare lentamente e masticare bene ogni boccone: questo aiuta la digestione perché i cibi arrivo non è lo stomaco e nel duodeno in condizioni più adatte per essere assimilati
  • Le bevande gassate sono da assumere con molta moderazione in caso di dispepsia perché possono aumentare il gonfiore la tensione addominale tipica di questa condizione patologica
  • Una regolare attività fisica aiuta a regolarizzare i movimenti intestinali e scarica dalle tensioni emotive che tanta parte possono avere nella comparsa della dispepsia e dei disturbi funzionali organici dello stomaco del fegato
  • In caso di persistenza dei disturbi e di un loro aggravamento è comunque consigliabile consultare sempre il medico di fiducia che potrà indicare gli esami le terapie eventualmente necessari
  • Garantire una buona digestione è più semplice se le calorie assunte in un solo pasto non sono eccessive, infatti un pasto da 1000 Kcal, anche se ineccepibile come combinazione di alimenti, sarà meno digeribile di uno dei 500 Kcal. Quindi un pasto per essere altamente digeribile non deve contenere più di 350 o al massimo 800 Kcal. Con 5 pasti al giorno, si copre il fabbisogno giornaliero che va dalle 1250 Kcal alle 2400 Kcal. Per esempio, un menu quotidiano da 1250 Kcal può essere così composto:
  1. colazione 350 Kcal
  2. spuntino 100 Kcal
  3. pranzo 350 Kcal
  4. merenda 100 Kcal
  5. cena 350 Kcal

NEWSLETTER

Iscriviti Gratis

Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo email nel modulo qui sotto e ricevi News settimanali, Risorse di approfondimento e Offerte imperdibili!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*