3 segreti per curare la vitiligine in modo facile e veloce

La vitiligine è una malattia che non fa funzionare correttamente i melanociti; i melanociti sono i responsabili del colore della pelle quindi quando questi non funzionano puoi trovare delle macchie più bianche in vari punti del corpo. I rimedi per la vitiligine sono più o meno invasivi, tra quelli che comportano meno problemi collaterali abbiano senza dubbio i rimedi naturali a base di erbe.

Se soffri di vitiligine devi assolutamente provare questi rimedi facili da preparare persino in casa; è stato provato che possono portare gli stessi effetti positivi rispetto agli altri trattamenti e inoltre sono sicuramente più economici e non comportano effetti indesiderati come i medicinali che potrebbero averti suggerito.

Beh? Allora quali sono questi rimedi naturali per la vitiligine? Eccoli qui, non ti stupire se sembrano delle pozioni che non ti sarebbe mai venuto in mente di creare, ma sono molto efficaci e, fidati, ti piaceranno…soprattutto l’ultima:

  1. Curcuma e olio di senape – si tratta di un trattamento topico, ovvero da applicare solo sulla zona colpita dalla vitiligine. Mischia bene 5 cucchiaini di polvere di curcuma con 250 ml di olio di senape; prima di applicarla, lava la parte colpita con acqua e sapone e asciugala per bene, quindi massaggia la zona del corpo che vuoi curare fino a quando questa crema non si è assorbita del tutto. Applica questa mistura due volte al giorno e vedrai presto i risultati; giusto se te lo stai chiedendo, curcuma e olio di senape sono alla base di molti medicinali che vengono consigliati apposta per curare la vitiligine.
  2. Semi di Babchi in succo di zenzero – i semi di babchi provengono da una pianta chiamata Psoralea, un altro degli ingredienti fondamentali nella cura della vitiligine per via dei suoi poteri curativi. Prepara il succo di zenzero immergendo 2 centimetri di radice in 250 ml d’acqua e aggiungici i semi di babchi. Quando si sarà freddato tutto bevilo; per farlo agire al meglio ti consiglio di assumerlo la mattina prima di bere o mangiare qualsiasi altra cosa. Ricordati che puoi usare i semi di babchi per tre infusioni prima di buttarli e usarne di nuovi, ma l’infuso di zenzero lo devi preparare ogni giorno. Anche questa è un’ottima cura per la vitiligine.
  3. Tintura di lenticchia d’acqua – conosciuta con il nome scientifico di Lemna Minor. Prepara questa soluzione immergendo ¼ di bicchiere di lenticchie d’acqua in 500 ml di vodka…oh, sì, ho detto proprio vodka! Lascia le lenticchie in infusione per una settimana intera. Passato questo periodo, filtra la vodka in modo da eliminare le lenticchie e mischia 6 cucchiaini di questa soluzione con 2 cucchiaini d’acqua; bevilo due volte al giorno prima dei pasti e vedrai che, se lo assumerai regolarmente, ti aiuterà a curare la vitiligine.

Come hai visto, questi rimedi sono facili da preparare, e gli ingredienti sono facilmente reperibili al supermercato o in erboristeria. Ricordati che l’approccio naturale è sempre da preferire rispetto ai medicinali, perchè costa di meno e ti mette meno a rischio da eventuali danni collaterali; ovviamente devi sempre fare attenzione a quando ti curi con rimedi a base di erbe, trattandosi di elementi naturali potrebbero causarti allergia, quindi fai sempre molta attenzione a come reagisce il tuo corpo.

I rimedi fatti in casa funzionano meglio se vengono accompagnati da una sana alimentazione e un giusto stile di vita. Da una corretta alimentazione puoi assumere l’acido folico, ad esempio, presente nella vitamina B12 e nella vitamina C, molto utile per curare la vitiligine stessa; quindi mangiare più carote, broccoli, spinaci, cetrioli e cavoli ti può aiutare a guarire, mentre dovresti evitare il consumo di carni rosse e derivati, oltre che smettere di fumare e di bere troppi alcolici, per completare la disintossicazione del tuo organismo. Altri consigli per curare la vitiligine sono riposarsi molto e cercare di evitare gli stress il più possibile, evita di prenderti scottature usando una giusta protezione solare e indossando abiti protettivi quando esci. Le zone attaccate dalla vitiligine sono molto sensibili alle scottature ed è più facile che sviluppino tumori della pelle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

error: Content is protected !!